Immagine clea
“L’amicizia è una concezione di benessere”
TRAMA
La piccola Clea vive in un villaggio e ha un sogno: volare nel cielo.
Tuttavia lei non ne è capace, ma questo non basta per farla desistere.
Volare diventa il suo scopo, il suo unico obiettivo e con la speranza di riuscire in questo, si troverà a vivere diverse esperienze che la porteranno a comprendere il mondo che la circonda, la sua stessa interiorità e l’universo di emozioni e sentimenti di cui è fatta la vita.
A volte narrazione, a volte poesia, a volte semplice dialogo fantastico, La bambina che non sapeva volare è una piccola avventura che non vede Clea viaggiare in posti lontani, né trovare cose tanto diverse dalla realtà.
Tutto ciò che lei cerca, può trovarlo chiunque, e chi entra nel suo piccolo villaggio sarà come un amico, che guidato mano nella mano, con linguaggio semplice, la accompagnerà in un viaggio alla ricerca di un sogno.
RECENSIONE
Buongiorno cari lettori!!!!!!!!
Come state???
Rieccoci qui con una nuovissima recensione.
Inizierei ringraziando la casa editrice Batullo edizioni e Alessio Serra per la fiducia che hanno riposto in me ma sopratutto per la pazienza che hanno avuto ad attendere questa recensione 😉 .
Spero potremo collaborare nuovamente.
Comunque cominciamo questa recensione…
Che dire cari lettori libro davvero meraviglioso ma soprattutto avvincente super emozionante e mai banale.
Il libro è scritto in una maniera semplice e chiara; è adatto sia ai grandi che ai piccini.
Il romanzo racconta la storia di Clea una bambina di 11 anni che compie un percorso, mantenendo impresso nella sua anima un sogno; quello di poter volare come tutte le altre bambine.
Lungo il suo cammino riscopre, analizza le cose ora con una visione da bambina ora con una visione da adulta; e questa cosa mi affascina davvero molto; perché di fatto lei conosce le cose ma riesce a trovare sempre una nuova “lente” con cui vedere la vita.
Nel suo viaggio conosce un bimbo di nome Nico che ha una disabilità e per questo viene deriso; ma lei non lo vede così lo vede come un bimbo come tutti gli altri.
Molto bella l’idea di raccontare degli episodi; o meglio delle storielle della sua vita.
Ma la vita di Clea non è tutta rosa e fiori anzi ci sono parecchie spine, suo padre è morto quando era piccina; ma dovrà subire anche altri due lutti di cui non vi parlerò perché voglio che provate l’emozione forte che ho sentito io quando ho letto quelle pagine, che penso mi ricorderò a vita.
C’è un capitolo dove parla della nonna; penso sia il mio preferito perché c’è la ripetizione dell’onomatopea tic tac (lo scorrere inesorabile del tempo); ma sopratutto della frase:”lei prima di me”.
Beh questo aspetto stilistico l’ho davvero amato sembrava quasi una poesia; una ballata aveva un ritmo incalzante che a poco a poco ti faceva battere il cuore sempre più forte.
Ma la vera domanda è “riuscirà a volare?”
Beh cari lettori, lo scoprirete solo leggendo questo meraviglioso romanzo.
Cosa state aspettando correte online o nella vostra libreria di fiducia ad acquistare questo super romanzo!!!
VOTO:9,5
Ringraziamo Viaggiando con i miei libri per la recensione e invitiamo i nostri lettori a fare un salto nel suo blog
Annunci